Passivazione dell’acciaio inox

TRATTAMENTI GALVANICI, ARGENTATURA METALLI, DORATURA METALLI, RODIATURA METALLI, NICHELATURA CHIMICA
Image module

Passivazione dell’acciaio inox

La passivazione è un trattamento importantissimo perché permette di riportare un manufatto in acciaio alle sue caratteristiche originarie di inossidabilità e quindi di allungare la “vita del manufatto”. La passivazione dell’acciaio inox permette anche di rimuovere le eventuali tracce di inquinanti ferrosi dovuti a precedenti lavorazioni. Per questo il trattamento di passivazione viene spesso detto “decontaminazione”.

L’acciaio inox, che è una lega di cromo, è assai noto per le sue capacità di resistere all’attacco chimico in ambienti corrosivi senza costi aggiuntivi di protezione. La sua superficie esposta all’ambiente corrosivo è ricoperta da uno strato di film passivo, che è semplicemente costituito dall’ossido di cromo, che a sua volta è parte integrante della lega stessa. Sebbene questo film si formi e riformi rapidamente naturalmente ad opera dell’ossigeno atmosferico, è assai sensibile ai contaminanti (residui metallici derivanti dai trattamenti di produzione/fabbricazione, sporco, polveri, ecc) al punto tale da pregiudicare la sua omogeneità e resistenza e farne quindi decadere le proprietà tecnologiche. Per questo motivo il trattamento di passivazione è ritenuto assai importante ed utile per l’acciaio inox.